Come vediamo il futuro dell’Industria 4.0

 In Industry 4.0

Ridurre i costi, aumentare la qualità, dare supporto al lavoro: questi sono gli obiettivi dell’Industria 4.0. E noi di FifthIngenium abbiamo ideato una nostra soluzione per far sì che questi obiettivi vengano raggiunti: BRAIND40.

Il contesto

lavoratore-robot-shutterstock_660540802

In Italia le PMI costituiscono una realtà numericamente molto significativa: su 4.338.766 imprese, 4.335.448 (il 99,9%) sono, infatti, piccole e medie imprese. Di queste, il 12% sono classificate come Industrie (Confcommercio.it).

Nel panorama delle PMI interessate all’Industria 4.0 possiamo individuare:

  1. industrie produttrici di macchinari industriali;
  2. industrie produttrici di prodotti, attraverso l’utilizzo di macchinari industriali.

Entrambe mostrano interesse verso la digitalizzazione e gli altri servizi offerti dall’Industria 4.0 perché:

  • il produttore di macchinari vuole differenziarsi nel mercato e fornire un valore aggiunto ai propri clienti;
  • il produttore di prodotti, invece, vuole aggiornarsi per ridurre i costi, aumentare la qualità, fornire supporto alla lavorazione, raccogliere ed elaborare dati.

Industria 4.0 diventa il paradigma della manifattura del futuro: grazie ad alcune tecnologie digitali innovative – le Smart Technologies – le imprese manifatturiere saranno capaci di una maggiore inter-connessione e cooperazione tra le proprie risorse (asset fisici, persone e informazioni, sia interne alla fabbrica sia distribuite lungo la value chain), e ciò cambierà in modo drastico la loro efficienza e la loro competitività.

Osservatori.net

shutterstock_478206340

Una vera e propria trasformazione

Puntare sull’Industria 4.0 vuol dire ripensare ogni ambito della propria struttura: nuovi prodotti, nuovi servizi, nuovi processi e nuovi modelli di business. La nuova industria dovrà essere in grado di sfruttare l’intelligenza introdotta dalle nuove tecnologie digitali in tutte le attività: dalla progettazione assistita all’automazione della produzione al controllo della qualità alla distribuzione e assistenza ai clienti.

È una trasformazione radicale che cambia l’azienda nel profondo e che richiede un coerente cambiamento di mentalità, competenze, struttura organizzativa, metodi di lavoro, cultura aziendale nel suo complesso.

Medium.com

In Italia le esperienze di Industria 4.0 non sono molte, limitate per lo più alle grandi imprese; si stanno però iniziando a cogliere le opportunità connesse all’utilizzo delle potenzialità delle nuove tecnologie anche in questo settore. Mai come oggi infatti l’industria ha a disposizione un set così dirompente di innovazioni tecnologiche, capaci di enormi opportunità.

Nuove opportunità: un esempio

La disponibilità di sensori e sistemi automatizzati di controllo e verifica della produzione, ad esempio, permette di impiegare operatori prima dedicati ad attività ripetitive e logoranti, ad altre attività sempre inerenti al ciclo produttivo. Questi operatori infatti acquisiscono un ruolo diverso e più qualificato, divenendo i supervisori ultimi del lavoro svolto dagli apparati tecnologici, apportando quel contributo di esperienza umana che la tecnologia – per definizione – non può ancora sostituire.

Parlerei quindi non di sostituzione tecnologica, ma di riqualificazione tecnologica.

Giovannibattista Pallavicini

industria-4.0-iot-conexion-m2m-grupo-garatu

La nostra soluzione: BRAIND40

FifthIngenium vuole promuovere l’Industria 4.0 e per questo ha creato un pacchetto di servizi pensati per le PMI: BRAIND40. Quest’ultimo interviene con nuovi approcci e nuove tecnologie nei diversi processi di produzione industriale:

Organizzazione dello spazio di lavoro

Grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie, e in particolare di Microsoft HoloLens, è possibile riorganizzare lo spazio di lavoro attraverso la realtà aumentata. Collocando i prototipi 3D delle macchine nello spazio fisico reale, si può ottimizzare lo spazio e organizzarlo ancora prima di avere fisicamente gli strumenti sul posto di lavoro. In questo modo si può garantire una maggiore sicurezza del personale e un maggior studio degli spazi di movimento e di lavoro.

Training remoto per l’utilizzo e la manutenzione della macchina

Sfruttando la realtà aumentata, è possibile effettuare training per l’uso della macchina direttamente sul posto di lavoro, davanti alla macchina stessa. Con HoloLens infatti si possono visualizzare video, effettuare video chiamate, leggere documenti all’interno dello spazio di lavoro reale. In questo modo si ottimizzano i tempi e si impara direttamente sulla macchina industriale.

Procedure di manutenzione e riparazione della macchina

Sempre sfruttando la realtà aumentata, è possibile leggere il manuale d’uso direttamente davanti alla macchina industriale, seguendo passo dopo passo i passaggi di attivazione e/o manutenzione. Inoltre, quando la macchina ha bisogno di un intervento di manutenzione vero e proprio, con HoloLens, l’operatore può eseguire tutti i procedimenti seguendo una guida virtuale. Grazie alla raccolta dati provenienti dalla macchina, infine, si possono prevedere i problemi e favorirne la risoluzione.

Gesture interaction con la macchina

Grazie ad una applicazione installata su tablet o schermi touchscreen, si può ridurre l’uso della carta e semplificare il tracciamento dello stato di avanzamento della linea di produzione di qualsiasi prodotto. Installata direttamente sulla linea di produzione in combinazione con un sensore di profondità (cioè in grado di misurare la distanza e rilevare oggetti), l’applicazione permette di inserire i check di avanzamento, visualizzare le informazioni di supporto all’assemblaggio e lo stato dei materiali a disposizione usando semplicemente il movimento della mano senza necessità di contatto fisico con lo schermo (quindi usabile anche con i guanti).

gesture-09-post

Raccolta di dati per la predizione

La raccolta dati, e la sua successiva analisi, rappresenta un nodo fondamentale per l’Industria 4.0. La macchina rilascia un’enorme quantità di dati che parlano del suo stato di salute, della sua manutenzione e dei suoi problemi. Collezionare queste informazioni e analizzarle, favorisce un’ottimizzazione dei tempi di produzione che di costi.

Scopri di più sul nostro pacchetto servizi Braind40.

FifthIngenium